Si è conclusa in tempi rapidissimi l’indagine interna avviata dal direttore generale Ciro Verdoliva per accertare quanto accaduto ieri al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli. Il parente di una paziente ha filmato gli istanti in cui una donna in codice rosso viene presa in carico dal medico del pronto soccorso, tra l’indifferenza degli infermieri, secondo quanto racconta l’uomo mentre filma con il suo telefono cellulare. E denigra senza mezzi termini il personale, chiedendo addirittura la chiusura del presidio.

Il video era stato prontamente ripreso e rilanciato da molti quotidiani. “I nostri ispettori intervenuti già sabato sera – spiega Ciro Verdoliva hanno portato avanti un’indagine approfondita che dimostra senza ombra di dubbio che la denuncia fatta su Facebook non ha alcun fondamento. Resta purtroppo nell’immaginario di molti utenti l’idea di un ospedale pericoloso e privo di professionalità. Un torto ai medici, agli infermieri, agli operatori socio sanitario ed al personale tecnico e amministrativo, donne e uomini che ce la stanno mettendo tutta per dimostrare la professionalità e riscattare l’immagine del presidio e dell’Azienda”.