Le risorse che negli anni passati abbiamo destinato alle luminarie e ai fuochi al Castel dell’Ovo li useremo per una serie di iniziative solidali, pranzi e cene solidali in tutti i quartieri nel periodo natalizio. Ma Napoli non si spegne mai: dobbiamo dare un segnale, quindi illumineremo un bene o un luogo, un palazzo o un monumento in ogni quartiere“: lo ha annunciato ieri il sindaco di Napoli Luigi de Magistris.  In città niente luci quest’anno, mentre sui beni illuminati saranno presenti scritte o frasi che riportino messaggi anche di forza del Natale nel segno della solidarietà, valori smarriti nel corso degli anni del frenetico consumismo universale, ha spiegato il sindaco.

Napoli è pronta a resistere e ripartire ma è giusto che quest’anno ci sia un natale diverso, all’insegna del calore familiare umano, della sobrietà e dell’attenzione nell’utilizzare le poche risorse economiche che ci sono” dice poi l’ex pm che invita tutti ad “acquistare prodotti Made in Naples, Made in Campania o Made in Sud. E’ importante far respirare i nostri artigiani, i commercianti e gli operatori economici. È Importante puntare ai prodotti della nostra terra ed essere solidali con chi produce a Napoli, c’è tanta gente in difficoltà, pensiamo a quanto siano in difficoltà i settori del turismo, della cultura, dell’artigianato e del commercio” ha concluso De Magistris.

A proposito dell'autore

Post correlati