I fondi del Mes sono indispensabili per il rilancio della sanità pubblica in Italia e ancora di più sono fondamentali per la Campania e per il Sud, rappresentano un’occasione straordinaria per realizzare un pezzo decisivo del programma di modernizzazione dell’Italia”: il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in un post su Facebook si è detto favorevole ai fondi provenienti dal Mes, il Meccanismo europeo di stabilità detto anche Fondo salva-Stati, milioni di euro stanziati dai Paesi dell’Unione a favore di quelli più in difficoltà.

In particolare sarebbero 37 i miliardi di euro previsti per la sanità del nostro Paese, con denaro immediatamente fruibile a interessi bassi. Prestito che però non piace a molti esponenti politici, in primis il Movimento 5 stelle. Per il governatore, “è da apprezzare e sostenere l’invito del segretario Zingaretti agli alleati di governo, da governatore conosce bene le problematiche più volte sollevate anche e soprattutto sugli inaccettabili criteri di riparto del fondo sanitario nazionale. Al di là di questo – spiega – la destinazione dei fondi per il comparto sanitario significa poter intervenire su personale sanitario, edilizia, ricerca, farmaceutica, formazione specialistica, tecnologie, vaccinazioni di massa, screening oncologici, assistenza per anziani e minori”. Fondi che servirebbero soprattutto alla sanità campana che ha mostrato comunque di saper reggere ad un’emergenza come quella del coronavirus, ma che presenta ancora molte carenze e sulla quale bisogna ancora lavorare molto.