E’ tornato a parlare Vincenzo De Luca, all’indomani dell’ordinanza che ha stabilito la chiusura delle scuole, che tanto ha fatto discutere e che questa mattina ha portato in piazza per protesta docenti e genitori. Nella consueta diretta pomeridiana su Facebook il governatore della ha spiegato così i motivi dell’ordinanza firmata ieri sera: “Le mezze misure non servono più a niente, prima prendiamo decisioni forti meglio è – ha detto De Luca -. Se tardiamo ci avviciniamo al momento in cui saremo costretti a prendere decisioni ancora più gravi ma con l’acqua alla gola. E’ responsabile prendere oggi decisioni difficili senza attendere oltre, se vogliamo salvare vite dei nostri concittadini“.

Il presidente della Campania ha poi chiesto “comprensione e collaborazione’’ rivolgendosi ai cittadini che lo seguivano in diretta. ‘’A volte vengono assunte decisioni difficili, ma mai a cuor leggero – ha aggiunto -. L’amarezza è che basterebbe avere comportamenti responsabili da parte di tutti per risolvere i problemi. Le forze dell’ordine e le polizie municipali facciano il necessario. Al 90 per cento di persone e famiglie perbene, che hanno compreso la situazione, chiedo di aiutarci e di avere comprensione”. Quanto alla scuola, De Luca ricorda che il rischio contagi non si crea all’interno, ma con gli assembramenti all’ingresso e in uscita: “Non abbiamo chiuso le scuole ma disposto la didattica a distanza per due settimane. Dobbiamo usare questi giorni per misure che potenzino le linee di trasporto e differenzino gli orari degli studenti – ha detto infine De Luca– anche ricorrendo a turni pomeridiani“.