De Luca attacca il Governo: ‘’A queste condizioni vada a casa’’. E poi se la prende con De Magistris: ‘’In tv a farsi pubblicità’’

Nella diretta facebook del venerdì il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, ha ribadito il suo duro attacco al governo: “In questi giorni ho avuto modo di dire a qualche esponente del Pd che se bisogna stare al governo con questi personaggi, per quanto mi riguarda, è meglio mandare il governo a casa”. Per il governatore non è tollerabile una collaborazione “se ci sono ministri come Spadafora che ha raccontato solo bestialità fino alla settimana scorsa, oppure signori come Di Maio. Quest’ultimo l’ho sfidato in un dibattito pubblico già anni fa e rinnovo l’invito per un confronto, in diretta, sperando che non faccia il coniglio come negli anni precedenti. Invece di andare allo sbaraglio sarebbe preferibile un governo che non produca il caos che invece è stato prodotto nel nostro Paese” ha poi aggiunto il governatore nella sua arringa.


Ma De Luca non le ha risparmiate nemmeno al sindaco di Napoli, Luigi de Magistris che, senza mai nominare, attacca così: “Qualche giorno fa avevo invitato i sindaci a prendere dei provvedimenti per arginare la mobilità ma chi doveva decidere era impegnato in giro nelle tv per farsi pubblicità”. Il governatore nel fare il punto sull’emergenza Covid-19 in regione, è tornato sulle immagini del lungomare di Napoli affollato di persone nel weekend scorso. “Ci sono stati sindaci coraggiosi che hanno accolto il mio appello come quelli di Giugliano, Pozzuoli, Aversa, Salerno e Castellammare di Stabia. Altri invece erano preoccupati di fare i turisti e a girare per le tv per sporcare l’immagine di Napoli e della Campania per farsi pubblicità” conclude il governatore.

Ma De Luca non le ha risparmiate nemmeno al sindaco di Napoli, Luigi de Magistris che, senza mai nominare, attacca così: “Qualche giorno fa avevo invitato i sindaci a prendere dei provvedimenti per arginare la mobilità ma chi doveva decidere era impegnato in giro nelle tv per farsi pubblicità”. Il governatore nel fare il punto sull’emergenza Covid-19 in regione, è tornato sulle immagini del lungomare di Napoli affollato di persone nel weekend scorso ed è subito scontro con il suo rivale, il sindaco della città. “Ci sono stati sindaci coraggiosi che hanno accolto il mio appello come quelli di Giugliano, Pozzuoli, Aversa, Salerno e Castellammare di Stabia. Altri invece erano preoccupati di fare i turisti e a girare per le tv per sporcare l’immagine di Napoli e della Campania per farsi pubblicità” conclude il governatore.