La prossima stagione di governo dovrà essere centrata su un obiettivo, fare in modo che la Campania diventi l’area di nuovo miracolo economico”: così Vincenzo De Luca ha illustrato ieri, durante un webinar organizzato da Acca-Software  sul Superbonus 110%, il proprio programma di sviluppo in vista della sua ricandidatura della Regione. “Guardo alla Baviera, all’Ile de France, alla Catalogna di qualche anno fa – ha aggiunto -. Puntiamo a creare un boom economico nei prossimi anni in Campania. È un messaggio che mando su una valutazione razionale e realistica di fiducia e speranza di creare lavoro per un’intera generazione”.

il governatore uscente ha illustrato i progetti che attendono il prossimo governo regionale, superata la sfida delle urne. Per De Luca il nuovo miracolo economico significa venti anni di lavoro per tecnici e imprese, ma soprattutto la ripartenza post emergenza coronavirus, facendo ripartire l’edilizia e sburocratizzare il sistema. “Uno dei problemi che avremo nelle prossime settimane – ha detto De Lucasarà l’efficienza della Pubblica Amministrazione, ma intanto è stato definito il quadro d’insieme per lo sviluppo con norme legislative su acqua e rifiuti, il masterplan per il litorale domizio, la nuova legge sull’urbanistica già forse nelle prossime settimane, dove contiamo di approvare almeno gli articoli più utili per gli investimenti economici. Il secondo mandato prevede gli investimenti e un nuovo miracolo economico, grazie alla digitalizzazione spinta di tutti i processi e una sburocratizzazione radicale, che abbiamo dovuto frenare per le emergenze in corso” .