Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo de Luca, ha disposto la proroga automatica per tre mesi dell’esenzione ticket per chi ne abbia diritto. Quindi, non serve andare nei distretti sanitari a chiederne il rinnovo.

Lo ha annunciato nel pomeriggio, dopo che ieri, ha fatto il punto della situazione sulle misure adottate per fronteggiare un’eventuale epidemia. De Luca ha specificato che intervenire ora permette di rasserenare gli animi e di avere i reparti pronti a far fronte a un contagio più pesante.

La Regione ha deciso il raddoppiamento, entro una settimana, dei posti letto di terapia intensiva, per cui si passerà dalle 320 postazioni attuali a quasi 500 posti letto aggiuntivi, a un costo di 30 milioni di euro. Questa riorganizzazione deve passare, secondo i sindacati, anche dalla riqualificazione delle strutture ospedaliere dismesse. Sorgono due problemi, ovvero la carenza del personale e quella delle tecnologie. La riorganizzazione del personale sanitario passa dall’individuazione di 1600 unità tra medici, infermieri e operatori socio sanitari. Le specialità mediche necessarie sono quelle di anestesia, pneumologia, infettivologia, radiologia, medicina interna, nefrologia, farmacia e pronto soccorso. Probabilmente verranno fatti contratti di assunzione a tempo determinato agli specializzandi delle facoltà di Medicina. Soprattutto per le altre due categorie, ma non solo per quelle, si attingerà dalle graduatorie regionali aperte. In merito al potenziamento delle tecnologie, la Regione si sta muovendo per trovare fornitori da cui acquistare ventilatori e apparati in grado di portare ossigeno a ogni posto letto aggiuntivo. Comunque, tali tecnologie arriveranno dalle forniture nazionali, rimpinguate da un bando nazionale che uscirà martedì. Un attenzione particolare è rivolta pure ad incrementare l’approvvigionamento di farmaci di sostegno alle terapie con cui vengono curati i pazienti positivi al Covid-19.

A chi è arrivato dal nord Italia, si ricorda che è obbligatorio l’isolamento domiciliare per motivi prudenziali. Le ferrovie e le agenzie di trasporto devono collaborare nell’identificazione dei cittadini, che sono invitati comunque a segnalare il proprio arrivo alle Asl e al Comune di appartenenza. Questo vale soprattutto per chi ha viaggiato senza munirsi di biglietto.

http://www.regione.campania.it/regione/it/multimedia/web-tv/coronavirus-il-presidente-de-luca-illustra-le-nuove-misure