Il quotidiano britannico “The Guardian” ha posto Napoli tra le 10 mete europee natalizie migliori. Insieme a Lisbona,Vienna, Lille, Glasgow, Ghent, Monaco di Baviera, Copenhagen, Ledbury e Amsterdam. Il prestigioso giornale inglese spiega: “Di tutte le città italiane, Napoli fa il Natale con più gusto – il centro storico brilla di luci natalizie, i musicisti di strada si affollano qui per le festività … e questa è la casa del presepe di Natale. Durante tutto l’anno, gli artigiani lavorano sulle natività, che sono orgogliosamente esposte nelle piazze e nelle chiese”. Il museo di San Martino – il Presepe Cuciniello che ha più di 450 figure. Ma  l’artigianato a Napoli  è una cosa seria: dalle calzature al cibo, così i visitatori troveranno doni di grande qualità e mangeranno bene, continua il giornale.

È d’obbligo acquistare qualche figurina del presepe se si viene a Napoli a – via San Gregorio Armeno è una “strada per presepi”, fiancheggiata da bancarelle e negozi che vendono ogni sorta di presepi e altre decorazioni (qualsiasi cosa, dai pizzaioli ai politici e ai calciatori tra l’entourage del piccolo Gesù). Via Toledo è la principale via dello shopping, con la bella galleria d’arte Umberto I. Qui si trovano tutti i negozi di alta moda.

Ma si può andare da Scriptura a conduzione familiare in via San Sebastiano per borse e borsette in pelle fatte a mano a prezzi ragionevoli; oppure da Finamore per camicie e accessori eleganti per uomo.
Napoli è una delle città più gastronomiche d’Italia per fare scorta di ottimi vini locali, limoncello, formaggio (mozzarella di bufala) e salumi  come la salumeria Esposito, o cioccolato al Gay Odin – è in attività dal XIX secolo e ha otto negozi in città.

Pit stop
Come gran parte dell’Italia, Napoli è alimentata dal caffè – un caffè espresso nello storico Gran Caffe Gambrinus o il meno famoso (e meno costoso) Caffe ‘Mexico in Piazza Dante. In una città che è sinonimo di pizza, la scelta è infinita – Sorbillo nel centro storico o Pizzeria Cafasso in via G Cesare sono popolari tra i locali – e gli snack da strada come gli arancini o le zucchine fritte sono ovunque. Cerca cibi festivi nelle panetterie della città, come gli strufoli (palline di pasta coperte di miele) e il roccocó (un biscotto duro a forma di ciambella).

Dove alloggiare

Casa del Monacone (doppia da £ 46) è un delizioso B & B in un ex convento nella zona centrale della Sanità. Ha disponibilità limitata nel fine settimana a novembre e dicembre, ma a metà settimana e offre un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Attico Partenopeo (doppio da £ 110 nei fine settimana) è un B & B in un edificio del XV secolo situato nel centro storico della città, con una grande terrazza sul tetto e otto camere confortevoli.

Come arrivare

Opzioni includono EasyJet da Bristol, Liverpool, Edimburgo, Gatwick, Luton e Stansted, da circa 75 sterline andata e ritorno durante il fine settimana di Natale.

(dal quotidiano britannico “The Guardian”)

Simona Caruso