A partire da oggi, 20 dicembre alle 17:00, sei artisti, 2 drammaturghi/registi, 2 attori, e 2 attrici, prepareranno un nuovo spettacolo al Bellini e lo faranno vivendo lì, notte e giorno, senza uscire. Il Teatro sarà una Zona Rossa, collegata in streaming con l’esterno, dove gli artisti faranno non solo quello che fanno di solito in una sala: creare, provare e lavorare, ma si fermeranno anche a mangiare e a dormire, vivendo in simbiosi, senza mai uscire e sempre ripresi dalle telecamere, in un vero e proprio lockdown dentro il Teatro. La Zona Rossa sarà trasmessa in live streaming sul canale YouTube del Teatro Bellini.  L’orario della diretta quotidiana dipenderà da quello di convocazione degli attori: sarà, pertanto, aggiornato quotidianamente. La Zona Rossa sarà oggetto di una serie di appuntamenti di approfondimento a cura di Alessandro Toppi; la rubrica, dal titolo L’aiuto da casa, sarà trasmessa sui canali social del Teatro Bellini.

In questo momento di stasi totale, mentre traballano le certezze e muta la percezione del domani, un momento in cui perfino la riflessione sul futuro possibile è ostacolata da una fitta nebbia di luoghi comuni e di vana retorica su un settore spesso sregolato, abbiamo creato la nostra Zona Rossa: un’installazione, una performance, una provocazione, un manifesto, forse, uno spettacolo è la dichiarazione di Daniele Russo e Davide Sacco, ideatori del progetto artistico.

“Grazie allo streaming, il processo creativo, così come i momenti di lavoro con gli altri professionisti che collaborano alla realizzazione dello spettacolo, sarà aperto al pubblico, che, oltre a poterlo osservare, ne potrà  discutere con gli artisti stessi, durante degli appuntamenti  settimanali di approfondimento in collegamento web. Una dinamica produttiva “inconsueta” – che andrà avanti fino a quando non si potrà tornare in scena, dal vivo, fino a quando non arriverà il DPCM che stabilisce che si può di nuovo vivere e programmare, che si possono rimettere le radici nel presente: fino a quando lo spettacoloal quale stanno lavorando non potrà essere presentato ad un pubblico dal vivo. E questo, accadrà una sera sola, come troppo spesso accade a molti progetti. Fino ad allora la compagnia continuerà a provare, restituendo a chi osserva da fuori, in diretta sui canali del teatro, tutta la fragilità, la passione, la fatica, le speranze, lepossibilità e le incertezze che ci sono dietro a uno spettacolo teatrale. Lavoreranno su Zona Rossa soltanto un mese? Lo faranno per 4 mesi? Al momento nessuno può saperlo. L’unica certezza è che non appena il DPCM lo permetterà…” Concludono Russo e Sacco .

Zona rossa è un progetto di Daniele Russo e Davide Sacco

Con Alfredo Angelici, Federica Carruba Toscano, PierGiuseppe di Tanno, Licia Lanera, Pier Lorenzo Pisano, Matilde Vigna, realizzato e prodotto da Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini.