Il primo progetto approvato dal Sindaco Luigi De Magistris riguarda un finanziamento di € 802.800 che prevede lavori di riqualificazione, messa in sicurezza e potenziamento infrastrutturale delle aree protette metropolitane. In particolare saranno interessate le Area marine protette di Punta Campanella e quella del Regno di Nettuno, l’ Area naturale Baia di Ieranto ed il Parco sommerso di Gaiola. Si interverrà anche nella Riserva naturale dell’isola di Vivara e nel Parco Naturale cratere degli Astroni oltre che nel Parco Metropolitano delle Colline di Napoli e nei Parchi Regionale del Partenio, dei Monti Lattari ed in quello dei Campi Flegrei.

Le opere saranno realizzate mediante trasferimento di risorse in conto capitale agli enti pubblici che gestiscono le aree con i quali si sottoscriveranno apposite convenzioni per disciplinare i tempi e le modalità per la realizzazione delle opere, La seconda delibera contiene invece il progetto definitivo per la realizzazione di un “Accordo quadro per l’esecuzione degli interventi di manutenzione straordinaria delle alberature lungo le strade della città metropolitana di Napoli” In questo caso lo stanziamento è di 1.247.104,03 di euro.

Si tratta del primo e organico intervento sugli alberi che costeggiano l’intero sistema stradale gestito dalla Città Metropolitana di Napoli.
Più dettagliatamente si interverrà, laddove si presenta la necessità con opere di scavi e ripristino dei marciapiedi, con l’eliminazione dei ceppi presenti. Gli alberi ritenuti pericolosi saranno abbattuti mentre quelli più alti saranno potati e ne sarà ridotta la chioma; in funzione della sicurezza della viabilità. E’ prevista la fornitura e la messa a dimora di nuovi alberi.

La convenzione prevede anche un servizio di reperibilità H24 per 365 giorni l’anno al fine di garantire la continuità delle prestazioni di pronto intervento laddove necessarie. “Un grande ringraziamento va alla struttura tecnica che ha reso possibile fornire una prima efficace risposta all’imperativo politico di operare per il contrasto al cambiamento climatico – ha commentato il Consigliere metropolitano delegato in materia di Ossigeno bene comune e Aree protette, Salvatore Pace –

Queste prime delibere sono il frutto dell’intenso lavoro operato dall’ufficio Ossigeno Bene Comune e saranno seguite a brevissimo da un importante piano per la creazione di infrastrutture verdi, di tutela del territorio e di efficientamento energetico. L’impegno – ha concluso Pace è quello di offrire ai Comuni e ai cittadini strumenti potenti ed efficaci per questa sfida epocale nella quale siamo impegnati”.