La Procura di Napoli ha aperto un’inchiesta sul crollo di ieri in via Masoni, che ha costretto all’evacuazione di 50 famiglie. La voragine che si è aperta in strada, conseguente ad uno smottamento ha costretto i residenti dei due stabili interessati dal crollo ad allontanarsi dalle proprie abitazioni. Tra loro anche anziani e una donna all’ottavo mese di gravidanza. Nei quartieri collinari per ore si è respirato un fortissimo odore di gas, fino a questa mattina all’alba, quando i tecnici di Abc, Italgas ed Enel sono intervenuti.

Foto tratta dal profilo di Fulvio Frezza durante il sopralluogo

In un post pubblicato su Facebook il presidente della Municipalità Ivo Poggiani mostra la foto della voragine e spiega che si tratta di “una tragedia sfiorata”, mentre ieri è stato un via vai di amministratori comunali, giunti sul posto per rendersi conto di quanto accaduto. Tra questi anche il vice presidente del Consiglio Comunale, Fulvio Frezza, che ieri notte ha dichiarato sui social ‘’Sono in corso i lavori di rifacimento della fogna comunale per un tratto di circa 20 metri. Contrariamente a quanto riportato da diverse reti televisive, ho verificato uno straordinario impegno di tutte le istituzioni – ha scritto nel suo post Frezza -. Dalla Polizia di Stato ai preziosi Vigili del fuoco, dalla protezione civile agli amministratori di condominio, dall Enel all Italgas, dalla Polizia Municipale alla Municipalità 3 tutta, dai volontari alla scuola Nicolini che ha aperto la sua palestra agli sfollati, includendo cittadini e commercianti del vicinato e il neo assessore Rosaria Galiero. Ma in testa a tutti l’ABC con i suoi uomini i suoi dirigenti tecnici le sue maestranze e le sue imprese! Le competenze unificate di acquedotti e fogne sono una loro mission e nonostante mille difficoltà, la pioggia e un attacco mediatico vergognoso e diffamatorio stanno dando l anima ad orario continuato al fine di superare quanto prima possibile questa tragedia sfiorata.. Anche e soprattutto nel rispetto delle famiglie sfrattate a scopo cautelativo’’.