Continua la resistenza dei lavoratori dello stabilimento di via Argine, che hanno proclamato per oggi 8 ore di sciopero. Questa mattina i dipendenti si riuniranno in assemblea dentro l’azienda, per decidere sulle nuove azioni da intraprendere in vista della chiusura della fabbrica prevista per il 31 ottobre. Intanto con una lettera aperta la Rsu ha indetto per il 31 ottobre un’assemblea aperta a ”chiunque vuole difendere, attraverso e con l’appoggio della nostra vertenza, il diritto al lavoro”.

Il 31/10/2020 la Whirlpool conferma la scellerata scelta di chiusura del sito partenopeo. A questo noi ci opponiamo e insieme alle forze sane del Paese, riteniamo la vicenda ancora aperta e metteremo in campo tutti gli strumenti per dare un futuro ai lavoratori. La nostra vertenza è diventata spartiacque di una più generale visione del futuro, in particolare del mezzogiorno, ma più in generale delle politiche industriali del nostro Paese”.