Un gruppo di ex lavoratori della Whirlpool in queste ore stanno bloccando le stazioni di Gianturco e Centrale di Napoli. ‘’Un’altra iniziativa di lotta per scongiurare la chiusura del sito partenopeo’’ spiega Antonio Accurso Segretario Generale Uilm Campania. ‘’Quanto sta accadendo è inaccettabile l’azione di governo non può limitarsi ad una telefonata in cui si prende atto che la multinazionale non intende rispettare gli accordi, soprattutto se questo avviene in piena pandemia costringendo i lavoratori di Napoli a protestare in un momento di difficoltà e di precarietà per se stessi e per le persone coinvolte dalle proteste. Ci aspettiamo un sussulto della politica che non si limiti ad osservare lo scorrere del tempo, ma dimostri che in Italia il diritto e l’autorevolezza di un governo riescono a risolvere anche le questioni più complicate. Napoli non molla. Il governo cosa intende fare?’’ conclude Antonio Accurso .