Mentre a Napoli fioccano le contravvenzioni per mancato uso della mascherina, 11 le persone denunciate e 4 quelle sanzionate dai Carabinieri, sono scattati con decorrenza immediata e fino al prossimo 20 ottobre orari di chiusura anticipata per i locali della regione.

In particolare bar, gelaterie, pasticcerie ed esercizi similari dovranno essere chiusi dalle 23 alle 6 del giorno successivo. Scatta dunque un vero e proprio ‘coprifuoco’ per la movida, con la nuova ordinanza della Regione Campania pubblicata sul Bollettino ufficiale.


Inoltre, sempre nello stesso periodo, pasticcerie ed esercizi similari scatta l’obbligo di chiusura dell’attività dalle ore 23 alle ore 6 del giorno successivo nei giorni da domenica a giovedì. Dalle ore 24 alle ore 6 del giorno successivo, nei giorni di venerdì e sabato.
Nella nostra regione, inoltre, a ristoranti, pizzerie ed altri esercizi della ristorazione (pub, vinerie, kebab e similari), è fatto obbligo di prevedere l’ultimo ingresso dei clienti nonché degli avventori per asporto alle ore 23 per l’intera settimana. Le consegne a domicilio sono consentite senza limiti di orario.