La comunità di Melito piange oggi il suo sindaco Antonio Amente, deceduto per covid. Il primo cittadino, ricoverato da 15 giorni, è deceduto in ospedale di Giugliano, in seguito ad una forte crisi respiratoria. Era stato lo stesso sindaco, ad informare i suoi cittadini della sua positività al virus, con un post su facebook.  «Il sindaco ci ha lasciati. Era stato ticoverato 15 giorni fa dopo essere stato contagiato dal Covid.Fino a ieri sera era in condizioni stabili, che non facevano assolutamente presagire un tracollo che invece c’è stato suppongo nella notte», ha dichiarato l’assessore comunale Luciano Mottola conferma all’agenzia Dire il decesso, avvenuto nella notte.

Medico di professione, Antonio Amente nato a Melito il 22 giugno del 1952, era al suo secondo mandato che, nonostante la positività al coronavirus, non aveva mai smesso di seguire, anzi esortava i suoi concittadini ad attenersi «minuziosamente alle ordinanze e alle disposizioni in materia di Covid-19; di limitare le uscite al minimo indispensabile ed in ogni caso indossare sempre la mascherina e mantenere la distanza di sicurezza» scrisse sui social.

«Apprendo con dolore della morte di un altro amministratore della nostra Città metropolitana. Antonio Amente è stato sottratto all’affetto della sua famiglia e dei suoi cittadini. Anche a nome di tutto il consiglio Metropolitano esprimiamo il nostro cordoglio e vicinanza alla famiglia» ha dichiarato poco fa il sindaco metropolitano di Napoli, Luigi de Magistris.