Una task force dell’Unità di Crisi, composta tra gli altri dal consigliere per la Salute Enrico Coscioni e dal direttore generale dell’Asl Salerno Mario Iervolino, ha effettuato ieri un sopralluogo nell’area rossa del Vallo di Diano dove in cinque Comuni è stata disposta la quarantena nei giorni scorsi. Gli esperti si sono recati all’ospedale di Polla che nel comprensorio sta attuando i percorsi per la cura e messa in sicurezza dei pazienti sospetti Covid.

Nell’area si è registrato un picco di pazienti positivi e sono stati raccolti elementi e rafforzate misure importanti per l’ulteriore e decisivo contenimento del contagio. E’ ormai pronta l’area Covid nella quale vi sono già due posti letto di terapia intensiva, che possono essere raddoppiati e 8 posti letto di degenza già disponibili e attrezzati. Si è rilevata inoltre la necessità di garantire la presenza di un infettivologo che già da lunedì in collaborazione con l’Azienda Ruggi, sarà a dispoizione h24. Si rinnovano alla popolazione gli obblighi dell’ordinanza di quarantena, a cominciare dalla mobilità tra comuni vicini oltre al distanziamento sociale.