La mia assenza dalla vita della città in questo fine settimana é stata causata dall’insorgere di sintomi collegabili ad una situazione di possibile contagio a cominciare dalla tarda serata di venerdì“. Con un post su facebook, il sindaco di Nola (Napoli) Gaetano Minieri ha annunciato di essere positivo al Covid-19, come rilevato dal tampone orofaringeo al quale il primo cittadino si è sottoposto nella giornata di ieri.

Pur non avendo sintomi invalidanti – prosegue – questo fatto mi costringe ad un isolamento necessario, sperando in un perdurare di una stazionaria situazione“. Un isolamento cominciato ben prima dell’esito del tampone, al fine di salvaguardare l’incolumità dei propri colleghi, e dell’intera città, dando l’esempio comportamentale al presentarsi di una sintomatologia tipica del Coronavirus.

La positività del primo cittadino, fa il paia con “altre positività riscontrate tra gli impiegati comunali” – ricorda Minieri – di conseguenza “bisogna procedere alla sanificazione della Casa Comunale e già era stata predisposta la chiusura“. Ciononostante “la vita amministrativa continuerà, grazie alla fattiva collaborazione degli assessori, dei consiglieri della maggioranza e dell’opposizione, degli impiegati“.

Nel comune in provincia di Napoli si contano dunque 20 persone attualmente positive su un totale di 57 contagiati dall’inizio dell’emergenza sanitaria: 32 i guariti e 5 i decessi segnalati, mentre sono 80 le persone sottoposte a sorveglianza costante. Ragion per cui, conclude il sindaco, “il virus è ancora e forse di più in mezzo a noi. Vi esorto ad usare prudenza ed adottare non solo le note misure di prevenzione ma anche il buonsenso necessario per uscire da questa situazione. Continuerò a lavorare da casa per il bene della nostra amata comunità anche perché allo stato le condizioni fisiche me lo consentono“.

Intanto, a Pontecagnano Faiano (Salerno), è stato rilevato un cluster di 11 positivi all’interno dello Sprar, una struttura di protezione per richiedenti asilo e rifugiati. Lo rende noto il sindaco Giuseppe Lanzara tramite facebook, aggiungendo che “il centro è composto da un totale di 40 persone. Oltre quanto detto prima, i restanti ospiti sono stati tutti sottoposti a tampone, così come gli operatori e il personale, risultando tutti negativi“. I soggetti affetti da Covid-19, allo stato attuale, versano tutti in buona condizioni di salute.

Ancora Lanzara, sottolinea la tempestività d’intervento di Centro Operativo Comunale e Asl, grazie alla quale “abbiamo effettuato con urgenza e in tempi brevissimi una mappatura chiara – conclude il primo cittadino – tale da consentirci di mettere in campo tutte le misure utili ad arginare il pericolo contagio. Inoltre, come massima Autorità sanitaria sul territorio, ho chiesto immediatamente al Prefetto assistenza e presidio, attraverso le forze dell’ordine, per garantire il rispetto della quarantena obbligatoria“.