Un’ora di lavoro donata per l’ospedale di Aversa, l’altra per la Caritas di Caserta. L’iniziativa è dei lavoratori Whirpool di Carinaro, che hanno chiesto all’azienda di devolvere due ore di lavoro del mese di aprile, come segno di solidarietà e sostegno in questa battaglia contro il Covid-19. A renderlo noto, un comunicato, i rappresentanti sindacali dell’azienda della provincia di Caserta.

La Fondazione Banco Napoli, invece, ha pensato di donare mascherine in favore della Fimmg (Federazione Italiana Medici di Medicina Generale) di Napoli. Lo si è appreso da Luigi Sparano e Corrado Calamaro della Federazione Italiana Medici di Medicina Generale.  A nome di tutti i medici della medicina generale di Napoli – hanno spiegato Sparano e Calamaro – che potranno beneficiare di questa donazione di mascherine, vogliamo ringraziare la Fondazione Banco Napoli. Da parte loro, un gesto di grande altruismo, un messaggio chiaro a sostegno dei medici e dei cittadini”.

Grazie a questa donazione i medici potranno disporre di nuovi presidi anti contagio che, in piena emergenza, non sono mai abbastanza e oggi rappresentano strumenti fondamentali di lavoro per tutti gli operatori sanitari e di assistenza sociale, che si prendono cura dei pazienti. “Mai come ora – proseguono i due medici – abbiamo bisogno di sostegno per poter garantire la nostra salute e quella di tutti i nostri assistiti. Lottiamo contro un nemico insidioso e l’unico modo per ostacolarlo è quello di utilizzare questi preziosissimi presidi di protezione individuale. Ognuna di queste mascherine può salvare la nostra vita e soprattutto può salvare la vita di un paziente che ha già delle cronicità”.