E’ stato siglato nei giorni scorsi l’accordo che recepisce il contenuto dell’articolo 22 del DL Cura Italia, in materia di concessione della Cassa Integrazione in deroga. L’accordo è arrivato alla fine di un confronto, in video conferenza, tra rappresentanti dell’INPS, parti sociali e Regione Campania ed è finalizzato a fronteggiare i risvolti economici negativi del Coronavirus sull’economia campana. Interesserà anche aziende con 1 solo dipendente, che sospendano o riducano la loro attività a causa della grave emergenza sanitaria che ha investito il Paese.

Sono state 41 le organizzazioni datoriali e sindacali che hanno aderito al testo proposto dal Governo Regionale. Di particolare rilievo è la sottoscrizione dell’accordo da parte dell’INPS nelle sue rappresentanze regionali e metropolitane, che ha il ruolo di ente erogatore delle risorse. Lo spirito comune è stato quello del confronto serio, costruttivo e propositivo impostato sul principio dell’ascolto e della massima inclusione della maggior parte dei settori economici.

Si attende ora l’emanazione della circolare attuativa dell’INPS ed il riparto delle risorse alle Regioni da parte del ministero del lavoro e del MEF. Nelle prossime ore sarà pubblicato, a cura degli uffici dell’Assessorato al Lavoro, l’Avviso che permetterà ai datori di lavoro beneficiari di presentare le istanze per chiedere il riconoscimento dei trattamenti di cassa integrazione in deroga per un massimo di 9 settimane. Le pratiche vengono istruite dalla Regione Campania e inviate all’INPS per l’erogazione in presenza dei presupposti e delle risorse nazionali disponibili.

Grande soddisfazione dell’Assessore al Lavoro Sonia Palmeri per un importante risultato che ha visto la partecipazione attiva di tutti i settori del mondo sociale, economico e datoriale della Campania. Una sinergia che ci unisce ancora di più nella solidarietà ed il sostegno a lavoratori e datori di lavoro.​