L’ordinanza comunale sulle “Misure cautelari volte al contenimento del rischio contagio da COVID- 19 nella città di Napoli”, emanata il 27 febbraio, ha trovato il plauso di Vincenzo Schiavo, presidente di Confesercenti Napoli, Avellino e Benevento.

Si tratta di provvedimenti idonei per far ripartire l’economia cittadina, perché in questo modo i turisti e i clienti avranno la piena garanzia di poter usufruire dei servizi commerciali e di poter frequentare negozi e attività perfettamente sanificate e con rischi minimi di contrarre il virus“.

Le motivazioni che hanno spinto gli amministratori a chiedere la sanificazione dei locali privati sono da ricercarsi nella mancanza di esperienza consolidata nel fronteggiare la natura di un virus, per il quale nessuna procedura di profilassi, a cominciare dal vaccino, è standardizzata. Lo si legge nel testo dell’ordinanza, in cui, si impone, in virtù del principio di precauzione, di tutelare la salute pubblica, a prescindere dal fatto che il rischio sfoci in un concreto pericolo. L’intervento amministrativo serve, dunque, a ridurre i rischi di contagio. All’ingresso dei locali, che hanno provveduto all’operazione, sarà affissa un’autodichiarazione e vi saranno controlli finalizzati alla sua osservanza.

Un plauso al provvedimento emanato, arriva dal presidente di Confesercenti il quale ha assicurato che: “La comunità imprenditoriale napoletana avrà la totale cura e la massima attenzione nel tenere i luoghi pubblici puliti e sterilizzati in modo da dare serenità a clienti e turisti. In questa maniera innalziamo ulteriormente la sicurezza e la disinfestazione dei luoghi rispetto all’emergenza Covid 19. Le attività della città di Napoli“, conclude, “stanno facendo tutto quello che è nelle loro possibilità per garantire la sicurezza dei luoghi comuni. I turisti non si spaventino: Napoli è sicura e protetta rispetto al Coronavirus“.

Intanto, come da programma, si conclude oggi l’igienizzazione delle circa 500 scuole cittadine, così domani lezioni regolari a Napoli, come annunciato dal Sindaco. “Abbiamo preso in carico tutte le scuole della città di Napoli ed è un lavoro in progress complesso e articolato che vede cooperare in sinergia l’Asl Napoli 1 Centro, la partecipata Napoli Sevizi, gli uffici dei Servizi Tecnici del Comune di Napoli ed imprese specializzate contrattualizzate ad hoc” ha spiegato Annamaria Palmieri, assessore alla Scuola. Tutte le azioni di igienizzazione si stanno svolgendo regolarmente e in attuazione di quanto disposto il 26 febbraio con l’ordinanza avente come oggetto la “Chiusura delle scuole per i giorni 27, 28 e 29 febbraio 2020“. Nella stessa si istituisce un tavolo di monitoraggio dell’emergenza, attorno al quale siedono i vertici sanitari territoriali, impegnati a monitorare la situazione e ad adottare tutte le precauzioni possibili per la tutela dei cittadini.