Non si abbassa la guardia sulle misure di contenimento del virus a Capri, dove il sindaco Marino Lembo ha deciso di prorogare l’ordinanza con la quale disponeva, dallo scorso agosto, l’obbligo di mascherine in una porzione consistente del territorio comunale per l’intero arco della giornata. Attualmente i positivi a Capri sono 27, mentre 11 sono i contagiati che risiedono ad Anacapri. Per questo fino al prossimo 15 ottobre persiste l’obbligo di indossare correttamente il dispositivo di protezione individuale per chiunque transiti sul territorio del Comune di Capri e frequenti le aree pubbliche e/o aperte al pubblico riportate nell’elenco dell’ordinanza.

A Castellammare, invece, il sindaco Gaetano Cimmino vista la risalita dei contagi ha deciso di far slittare di una settimana l’apertura delle scuole. Per gli studenti stabiesi la prima campanella è rimandata il 1 ottobre, a seguito dell’ordinanza firmata dal primo cittadino che intende così venire incontro alle richieste pervenute dai dirigenti scolastici, preoccupati per il recente incremento repentino dei casi Covid in città.

Un mese fa, lo ricordiamo, un focolaio scoppiato a La Sonrisa aveva favorito la propagazione capillare del virus a Castellammare, inducendo il sindaco ad emanare un’ordinanza per obbligare i cittadini ad indossare la mascherina anche all’aperto per tutta la giornata.