Tratto dal film e dal romanzo di Luciano De Crescenzo
l’adattamento teatrale di Geppy Gleijeses apre al Diana da Martedì 18 dicembre fino a domenica 6 gennaio. “Non è la nebbia che fa venire voglia di lavorare, è la voglia di lavorare che fa venire la nebbia…” Oscar Wilde. Questa è l’essenza e lo spirito della storia scritta da De Crescenzo e ripresa da 
Geppy Gleijeses In occasione del 90° compleanno di Luciano De Crescenzo. 

 Così Alessandro Siani e Geppy Gleijeses adattano per il teatro il film di culto e il romanzo “Così parlò Bellavista”. È un omaggio doveroso, ma vivo e teatralissimo all’opera principale di Luciano. Grande affresco corale sugli “uomini d’amore” e “gli uomini di libertà”, lo spettacolo tenderà a riproporre le scene più esilaranti del film come “il cavalluccio rosso”, ”la lavastoviglie”, “il Banco Lotto”, “la 500 tappezzata di giornali” e, naturalmente, il mitico contrasto tra il professor Bellavista e il direttore dell’Alfasud Cazzaniga. Ma anche con inserti di grande filosofia di vita di De Crescenzo, che nel cenacolo snocciolerà deliziando i suoi discepoli. Con uno dei più grandi attori napoletani Geppy Gleijeses nel ruolo di Salvatore Bellavista, e tanti altri attori di prestigio, tra cui Marisa Laurito nel ruolo della signora Bellavista e Benedetto Casillo nel ruolo che fu suo nel film. La scenografia riprodurrà la facciata del grande palazzo di via Foria dove fu girato il film, con scale praticabili dall’interno e vari elementi carrellati subentranti dai lati e raffiguranti il tavolo dei pomodori, il negozio di arredi sacri, l’ascensore, il cenacolo (questi ultimi due scenderanno dall’alto), ecc. Con le musiche originali di Claudio Mattone. E ricordando sempre lo storico coautore di quel film: Riccardo Pazzaglia.
La regia è di Geppy Gleijeses, protagonista giovane del film, diventato poi l’artista che tutti conosciamo.

Con NUNZIA SCHIANO e con Gianluca Ferrato, Salvatore Misticone, Elisabetta Mirra 

scene Roberto Crea      luci Gigi Ascione
musiche Claudio Mattone

regia GEPPY GLEIJESES