L’inchiesta ex Cirio di Castellammare di Stabia si allarga e questa mattina su richiesta della Procura di Torre Annunziata sono state emesse nove ordinanze nei confronti di Adolfo Greco, imprenditore già ai domiciliari e altre persone, tra imprenditori, funzionari pubblici e liberi professionisti. Inoltre chiesto l’arresto per due parlamentari di Forza Italia: Luigi Cesaro e Antonio Pentangelo. L’indagine si riferisce alla riqualificazione dell’area su cui esisteva la Cirio e che gli indagati volevano abbattere per costruire 330 appartamenti grazie a un giro di tangenti.


A Pentangelo, all’epoca dei fatti presidente della Provincia di Napoli, viene contestato di aver ricevuto un orologio Rolex in occasione dei suoi 50 anni; Cesaro invece sarebbe indirettamente chiamato in causa in un’intercettazione con riferimento a 10 mila euro in occasione di una campagna elettorale. Per i due esponenti politici l’esecuzione della misura è subordinata all’autorizzazione del Parlamento.