Già a partire dai prossimi giorni test sierologici rapidi verranno effettuati su detenuti, agenti di Polizia Penitenziaria e personale amministrativo che opera nelle carceri della Campania. L’iniziativa è stata decisa in seguito ad un accordo fra il Provveditore regionale per l’Amministrazione Penitenziaria della Campania, Antonio Fullone, e il Direttore Generale della Sanità della Regione, Antonio Postiglione. “Su indicazione congiunta di tutti i sindacati della Polizia Penitenziaria, saranno effettuati circa 12.000 tamponi a tutti i detenuti, al personale civile e al personale di Polizia Penitenziaria di tutta la Campania, al fine di scongiurare scoppi di focolai da coronavirus all’interno dei penitenziari campani“. Lo rende noto il vice segretario regionale della Campania dell’Osapp Luigi Castaldo.

Un obiettivo raggiunto, spiega Luigi Castaldo, grazie al clima di collaborazione instaurato con il provveditore dell’Amministrazione Penitenziaria della Campania Antonio Fullone e con il direttore generale della sanità regionale campana Postiglione. L’Osapp, “ringrazia ed elogia lo spirito di Corpo e la solidarietà dimostrata da tutto il personale di Polizia Penitenziaria in questo travagliato periodo storico, dove ci si aspetta dal Governo scelte tempestive e coraggiose, nonché maggiori risorse umane ed economiche“.