Per monitorare il rispetto delle disposizioni del governo, che vieta gli assembramenti per scongiurare il diffondersi del Coronavirus, nell’area nolana si sono alzati in volo i droni. I velivoli radiocomandati rafforzano così l’impegno delle forze dell’ordine e della polizia locale, impegnati sul territorio. “I droni possono costituire un valido supporto al controllo del territorio. In tempi normali vengono utilizzati soprattutto per il contrasto ai reati ambientali come lo smaltimento illecito dei rifiuti. In questi giorni la campagna di prevenzione contro gli assembramenti – spiega l’amministratore unico dell’Agenzia di Sviluppo dei Comuni dell’area nolana, Vincenzo Capriotestimonia lo sforzo che i sindaci, esposti in prima linea, stanno facendo per tutelare la salute dei cittadini e per controllare la diffusione dell’epidemia”.

Stop assembramenti” è il nome della campagna di prevenzione che i sindaci conducono con il supporto dell’Agenzia di sviluppo dell’area nolana, attraverso l’utilizzo dei velivoli a pilotaggio remoto, acquisiti dai Comuni di Tufino e Marigliano con il bando della Città metropolitana di Napoli per la fornitura di strumentazione a supporto delle attività di protezione civile dei Comuni. I droni impiegati dai tecnici dell’Agenzia, i cui Comuni soci hanno una popolazione complessiva di circa 171 mila abitanti e una superficie di 185 chilometri quadrati, sono regolarmente dichiarati all’Enac e assicurati per le diverse condizioni di volo.

L’importanza di questi voli è confermata dal provvedimento pubblicato ieri dall’Enac che, per facilitarne l‘uso, prevede una serie di deroghe alle norme dei regolamenti cui si attiene, invece, l’Agenzia. Nei giorni scorsi i sorvoli sono stati già effettuati a Marigliano, a Nola, a Scisciano, a San Vitaliano ed a Roccarainola mentre nelle prossime ore i controlli interesseranno altri Comuni dell’area. Presenti alle operazioni i rispettivi primi cittadini, Antonio Carpino, Gaetano Minieri, Edoardo Serpico, Pasquale Raimo e Giuseppe Russo: “Mettiamo in campo tutti i nostri mezzi e le nostre risorse per arginare la diffusione del virus e fare in modo che le regole di contenimento sociale vengano rispettate. Il momento è straordinariamente grave e risulta preziosa anche la collaborazione con gli altri sindaci del territorio perché le misure di prevenzione adottate risultano più efficaci proprio in quanto condivise. Rinnoviamo intanto l‘appello ai cittadini a restare a casa: solo così potremo avere la meglio in questa difficile battaglia che è sanitaria, ma anche di civiltà”.