Solo in Campania il Banco Alimentare ha aiutato, nel mese di marzo, quasi 200mila persone. Sono i dati forniti alla Dire da Roberto Tuorto, direttore del Banco Alimentare della Campania. Sono stati circa 600mila chilogrammi il cibo distribuito, per un valore commerciale di 1,2 milioni di euro. “Normalmente – spiega Roberto Tuorto – aiutiamo 152mila persone al mese, attraverso una consegna del pacco alimentare. A marzo abbiamo aiutato 42mila persone in più e stimiamo che ad aprile saranno 70mila in più”.

Le donazioni hanno riguardato cittadini di 136 Comuni della Campania e oltre 320 associazioni del territorio regionale. “La nostra missione è quella di combattere lo spreco alimentare. Le legge Gadda introdotta nel 2016 consente di donare il cibo con la dicitura “da consumare preferibilmente entro…” fino a sei mesi dopo la data indicata. Quindi, per legge, possono essere consumati anche successivamente. Rientra tra le strategie per abbattere lo spreco alimentare, una delle missioni del Banco Alimentare, per evitare che cibo ancora buono finisca in discarica, per salvare l’ambiente. Chiaramente parliamo di una minima parte del cibo che doniamo”.