Con un’ordinanza emessa nelle scorse ore, il presidente della Regione Campania ha “chiuso” Ariano Irpino, al fine di isolare il focolaio di contagi registrato nel comune dell’avellinese. Vincenzo De Luca ha imposto il divieto di accesso e di uscita, fatti salvi i casi previsti dalla legge per l’assistenza e le necessità individuali. Per i trasgressori è previsto l’arresto fino a tre mesi o un’ammenda. ” Chiediamo a tutti i cittadini – ha detto De Lucadi collaborare per il contenimento del contagio e quindi per il rispetto di questa e di altre ordinanze”.

La decisione è arrivata per via del numero di nuovi contagi registrati: dei 37 della provincia di Avellino, ben 21 sono residenti nel paese dell’Irpinia. Si pensa che il contagio possa essere avvenuto durante una festa, a cui hanno preso parte oltre duecento persone. Intanto è arrivata notizia che anche in Irpinia c’è stato un morto.

Il commissario straordinario del Comune ha già disposto la chiusura delle scuole e la riduzione del 50 % del trasporto pubblico. Ma De Luca pensa che non sia sufficiente e nell’ordinanza ricorda che 370 persone sono rientrate in Irpinia dalle “zone rosse” del nord Italia.