Nonostante i nuovi positivi siano in numero inferiore rispetto a ieri, Vincenzo De Luca va dritto per la sua strada e lavora ad una nuova ordinanza che imporrà il lockdown nella nostra regione. Ieri sera, contro le misure adottate dal governatore, sono scesi in piazza centinaia di persone, in maggioranza giovani commercianti, ristoratori e altri lavoratori del by night. Una protesta che è sfociata nello scontro tra manifestanti e forze dell’ordine, giornalisti aggrediti e feriti, lancio di bottiglie, pietre e bombe carte su poliziotti e carabinieri, cassonetti incendiati. Due persone con precedenti di spaccio sono state arrestate.

E’ attesa infatti per domani il nuovo provvedimento con misure ancora più stringenti per la lotta al covid19. L’orientamento di un nuovo lockdown, riferiscono fonti della Regione Campania, deve però essere supportato prima di tutto da un piano socioeconomico nazionale.

De Luca con il suo staff e in piena cooperazione con l’Unità di Crisi regionale sta preparando le misure ma attende anche il dpcm che sarà pubblicato stasera dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte per analizzare i provvedimenti nazionali e adattare gli ulteriori provvedimenti per la Campania.