Tumulti e disordini, ieri sera, nel carcere di Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta, in seguito alla notizia della positività di un detenuto al Covid-19. Lo riferiscono fonti sindacali. Appena si è diffusa la notizia, circa 150 detenuti distribuiti in tre sezioni del reparto Nilo, hanno inscenato un’accesa protesta, sedata solo intorno alla mezzanotte.

Secondo quanto si è appreso i detenuti si sarebbero impossessati dell’intero reparto, tenuti sotto controllo dalla Polizia Penitenziaria. All’esterno del carcere sono accorse diverse pattuglie delle forze dell’ordine, inoltre un elicottero ha sorvolato la struttura.

Un gruppo di reclusi, al termine dell’ora d’aria, ha iniziato ad occupare il reparto, impedendo agli agenti della Penitenziaria di entrare. È iniziata una mediazione con i vertici del carcere, mentre le forze dell’ordine sono giunte all’esterno della struttura in tenuta antisommossa.