In Campania ad oggi non ci sono contagiati accertati. Non esiste al momento un’emergenza nella nostra regione“, afferma il Presidente della Campania Vincenzo De Luca in conferenza stampa, invitando alla calma e ad evitare la psicosi, ormai diffusa su tutto il territorio nazionale.

Anche il calcio italiano, per precauzione, ha sospeso alcuni match dello scorso week end. Non succederà con Napoli – Barcellona, prevista per questa sera. La partita di Champions si giocherà regolarmente allo stadio San Paolo. “In ogni caso – ancora De Lucasono in via di definizione delle linee guida regionali per Asl e Comuni. Ci vuole grande senso di responsabilità e spirito nazionale. Siamo attentissimi, non distratti, ma sulla base della ragionevolezza“. Va ricordato che nella giornata di ieri sono stati effettuati tre tamponi in diversi presidi ospedalieri napoletani su altrettante persone che presentavano alcuni sintomi influenzali e malanni. L’esito è stato negativo, nessuno è affetto dal Covid-19.

Sulla scia della calma, anche il Sindaco De Magistris, che punta però il dito contro la cattiva informazione e le fake news. “Anche oggi abbiamo seguito a livello locale la questione coronavirus. Stamattina (ieri n.d.r), con modalità tali da generare panico e procurato allarme, alcuni media locali diffondevano la notizia che due partecipanti alla maratona di Napoli sarebbero contagiati dal coronavirus”, fa sapere De Magistris in un post su Facebook, che poi aggiunge – “Falso!!! Uno dei due interessati non aveva mai partecipato alla maratona ed un altro si era sentito male a maratona iniziata. Entrambi sono risultati negativi al test. Siamo stufi di questo sciacallaggio sulla pelle delle persone solo per ottenere più click!” – chiusura poi sul concorso Formez che si terrà oggi al Palapartenope – “Abbiamo ricostruito le residenze dei partecipanti verificando che nessuno venisse dalla zona rossa interessata dal contagio. Non solo. Abbiamo voluto che i partecipanti presentassero un’autocertificazione nella quale escludono di essersi recati nella zona rossa (ricordo che le dichiarazioni mendaci sono punite con l’arresto)” -.