Poco fa in una dichiarazione sui social Vincenzo De Luca ha espresso tutta la preoccupazione per i dati sulla pandemia. Per questo il presidente della Campania chiede al Governo un lockdown nazionale e specifica che in ogni caso “la Campania si muoverà in questa direzione a brevissimo“.

La situazione si fa incandescente nella nostra regione, tanto che questa mattina a Salerno un centinaio di commercianti, esasperati dalle ultime che impongono chiusure anticipate, sono scesi in piazza per protestare. Ieri sera una protesta si è svolta anche Napoli. Una delegazione di esercenti chiede di essere ricevuta dal sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli.

Ma intanto De Luca non intende fare un passo indietro sui provvedimenti adottati. “I dati attuali sul contagio – dice – rendono inefficace ogni tipo di provvedimento parziale.  È necessario chiudere tutto, fatte salve le categorie che producono e movimentano beni essenziali (industria, agricoltura, edilizia, agro-alimentare, trasporti). E’ indispensabile bloccare la mobilità tra regioni e intercomunale. Non si vede francamente quale efficacia possano avere in questo contesto misure limitate. In ogni caso la Campania si muoverà in questa direzione a brevissimo“.