Con 245 nuovi positivi al coronavirus, la Campania ieri si è aggiudicata la pole position nazionale per numero di contagi, superando anche la Lombardia. Intanto il presidente Vincenzo De Luca ha deciso per la ‘tolleranza zero’ a suon di nuove ordinanze, per coloro i quali non rispetteranno con rigore le norme anti contagi, ovvero: mascherine obbligatorie da indossarle anche all’aperto fino al 4 ottobre prossimo, come prevede l’ordinanza n. 72 del 24 settembre 2020. Per i trasgressori le sanzioni vanno dai 400 ai 1.000 euro. A Napoli intanto sono scattate le prime multe, quattro comminate a persone prive di mascherina. E poi tamponi obbligatori in aeroporto per chi rientra dall’estero, secondo quanto riportato nell’ordinanza n.74 del 27 settembre 2020.

Avendo riscontrato che nei giorni scorsi dagli aerei provenienti dall’estero atterrati a Capodichino (in particolare da Parigi, Lione, Barcellona, Francoforte) pochissimi passeggeri su diverse centinaia, si sono sottoposti al tampone volontario, nelle more che il Governo provveda al potenziamento delle strutture Usmaf di competenza del ministero della Salute, viene fatto obbligo con l’ordinanza a tutti i passeggeri di sottoporsi a test molecolare o antigenico‘’ si legge in una nota. È necessario – dice De Lucaattivare controlli rigorosissimi per chi rientra dall’estero e in particolare dai paesi dove si sta registrando un notevole incremento di casi di positività. È indispensabile l’identificazione e l’esecuzione dei test, oltre la raccolta di tutti i dati informativi relativi ai passeggeri provenienti dall’estero con il coordinamento della competente struttura Usmaf. Non dovrà più ripetersi quanto si è verificato nel corso della scorsa settimana’’.

Per azzerare il rischio di una ripresa dei contagi, soprattutto con l’inizio dell’anno scolastico, il presidente De Luca ha deciso dunque di usare il pugno e scongiurare l’impennata di contagi che poterebbe sfuggirgli di mano e portare al collasso la sanità dell’intera Regione.