La Guardia di Finanza ha chiuso due ristoranti a Bacoli, in provincia di Napoli, per il mancato rispetto delle norme anticovid. A darne notizia il sindaco della cittadina flegrea, Josi Gerardo Della Ragione : “Non ho parole. Chiusi due ristoranti di Bacoli dove, violando ogni tipo di ordinanza, si stavano svolgendo cerimonie – ha scritto sul suo profilo Facebook -. È davvero sconcertante. In un locale erano presenti oltre 120 invitati. Centoventi persone! Uno schiaffo, tra l’altro, a tutte quelle attività che, pur subendo un danno economico, stanno rispettando le regole“.

In un secondo locale, sempre durante una cerimonia e in barba alle norme anti contagio, c’erano circa cento convitati. L’operazione è stata condotta dai finanzieri coordinati dal comandante Francesco Alloni. Sanzionate anche diverse persone che, in strada o nei bar, non indossavano la mascherina. “Un nuovo lockdown – ha concluso il sindaco – sarebbe una tragedia per le famiglie, per i lavoratori, per i commercianti. E’ inaccettabile che ci sia chi anteponga il guadagno e la baldoria al rispetto e alla tutela della salute. Avete superato ogni limite. Pugno duro contro chi non rispetta le regole. Non permetteremo che pochi irresponsabili mettano a rischio i sacrifici di tanti cittadini!“. L’ultimo bollettino covid riferito alla cittadina di Bacoli parla di sei nuove positività, per lo più legate al link epidemiologico di Monte di Procida con 40 contagiati, di cui 37 in isolamento domiciliare e tre ospedalizzati. 

Un blitz dei carabinieri della Stazione di Cautano, in provincia di Benevento, ha interrotto una festa per una prima comunione a cui partecipavano alcune decine di persone. I militari sono intervenuti in un ristorante in contrada Serra di Tocco Caudio in seguito ad una segnalazione. All’arrivo della prima pattuglia dell’Arma si è verificato un fuggi fuggi generale di persone dalla sala di ricevimento, ma i militari con il supporto dei colleghi della Stazione di Vitulano, sono riusciti a contenere i circa 30 invitati rimasti alla riunione conviviale.