E’ arrivata nella serata di ieri la comunicazione che 13 pazienti e un dipendente della Rsa Villa Mercede di Ischia sono risultati positivi al Coronavirus. Lo ha dichiarato il sindaco di Serrara Fontana, Rosario Caruso. Sale così a 19 il numero di contagiati, tra pazienti (19) e operatori (5). “Non è possibile – ha detto il sindaco – trasferire i pazienti in altra struttura o in ospedale in quanto il responsabile Covid e la dirigenza mi hanno riferito che i pazienti sono in condizioni buone e tali da non necessitare di cure ospedaliere, pertanto eventuali spostamenti andrebbero unicamente ad incidere in senso negativo sul loro stato fisico’’.

La struttura ospita anziani di età compresa tra i 70 e i 100 anni di età. Il sindaco Caruso spiega di aver chiesto al direttore generale della Asl Napoli 2 Nord “infermieri e operatori socio sanitari di supporto in quanto l’Asl e la cooperativa che opera a Villa Mercede non ha al momento operatori disponibili. Il direttore Generale D’Amore sta provvedendo a reperire il detto personale”. Al momento è in corso l’isolamento dei 5 pazienti negativi, mentre la piazza che ospita la Rsa Villa Mercede è stata chiusa al traffico e potranno accedere solo operatori sanitari. Il Comune di Serrara Fontana ha chiesto il supporto di Carabinieri, Polizia di Stato e Guardia di Finanza per presidiare la piazza. “Serrara Fontana non è zona rossa – ha precisato il sindaco – dobbiamo solo mettere in campo tutte le azioni a difesa della popolazione. A tal proposito già da oggi e per i prossimi giorni sono state stabilite le modalità per la sanificazione della piazza che ospita la struttura e delle strade del territorio, in particolare le strade dove sono presenti cittadini affetti da Covid’’.

Preoccupa anche la situazione della Rsa Santa Maria del Pozzo di Somma Vesuviana, dove sono stati registrati 12 contagi, su 127 pazienti ricoverati.  L’Asl Napoli 3 Sud comunica che nessuno degli anziani presenta sintomi gravi e che tutti respirano autonomamente.