Oggi e sabato, nell’impianto di viale Giochi del Mediterraneo, c’è una seconda fase di Coppa Italia che davvero invoglia ad andare in piscina. Sei partite, tre derby, altrettante sfide tra le formazioni napoletane e il Brescia. Si qualificano per la Final Four le prime due classificate del girone, ma questo aspetto passa in secondo piano rispetto all’opportunità di veder giocare tutte e tre le squadre partenopee insieme: Carpisa Yamamay Acquachiara, Canottieri Napoli e Posillipo.

Prova d’appello quindi per gli appassionati di pallanuoto napoletani, che finora in campionato hanno tradito le attese, e non poco: alla Scandone, rispetto all’anno scorso, le presenze di spettatori sono quasi dimezzate.

“Il mio principale desiderio – esordisce Paolo De Crescenzo – è vedere tanta gente in tribuna in questa splendida “due giorni” di Coppa Italia. Vorrei sottolineare, tra i tanti motivi d’interesse, anche la presenza del Brescia, una delle squadre più forti d’Europa. Insomma, ci sarà da divertirsi”.

Il Brescia in campionato ha battuto tutte e tre le formazioni napoletane, l’Acquachiara proprio sabato scorso. Ce la farà anche stavoltala la squadra di Bovo? “Indubbiamente è la favorita numero 1 per la qualificazione alla Final Four – aggiunge De Crescenzo -, ma le napoletane ce la metteranno tutta per rendere la vita dura ai lombardi. Ripeto, assisteremo a un grande spettacolo: occasioni del genere, con tre squadre napoletane tutte in una volta, non capitano spesso”.

Nessun problema di formazione per la Carpisa Yamamay, che domani sera debutterà nella “due giorni” di Coppa Italia affrontando la Canottieri Napoli, già battuta in campionato.

Ufficio Stampa Carpisa Yamamay acquachiara