Un gruppo di titolari di pub e rosticcerie ha protestato ieri ad Ercolano contro l’ordinanza regionale firmata dal governatore Vincenzo De Luca, che consente l’apertura, a partire dal 27 aprile e fino al 3 maggio, dei servizi di ristorazione secondo modalità e orari stabiliti.

Motivo della protesta gli orari stabiliti nell’ordinanza per bar e pasticcerie, dalle 7.00 alle 14.00, e quelli per ristoranti e pub esclusivamente dalle 16.00 alle 22.00, con la sola modalità di prenotazione telefonica e consegna a domicilio, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie, andrebbero a penalizzare, dal punto di vista economico, categorie di ristorazione già colpite dalla chiusura imposta dai decreti anti Covid. 

Così ieri i titolari di pub e rosticcerie, muniti di mascherine, si sono radunati in via IV Novembre, mantenendo la distanza sociale, e hanno annunciato che lunedì non alzeranno le saracinesche.