La crisi dovuta al Covid-19, le restrizioni imposte dalla Regione, i tanti cantieri aperti e le difficoltà del trasporto pubblico ci obbligano a chiedere misure urgenti all’amministrazione comunale. Abbiamo chiesto la riapertura momentanea al traffico di piazza Plebiscito, via Calabritto e via Chiaia e il ripristino del senso di marcia di via Giorgio Arcoleo per dare la possibilità a chi da piazza Vittoria e vuole accedere a via Domenico Morelli di non arrivare a Santa Lucia, come da nuovo dispositivo“. Carla della Corte, presidente di Confcommercio Napoli, chiama in causa il Comune di Napoli, chiedendo apertamente meno restrizioni per la viabilità cittadina, fonte di ulteriori problemi per “la disastrosa situazione del commercio” che, continua, “a Napoli ha bisogno di misure forti e immediate“.

Nell’incontro avvenuto con l’Assessore alle infrastrutture Alessandra Clemente, Della Corte si è fatta portavoce del malessere diffuso nei commercianti napoletani. Per tutta risposta, la rappresentante di Palazzo San Giacomo ha sottolineato di “aver ripristinato oggi una corsia di emergenza per le forze dell’ordine, le ambulanze e i taxi e il vecchio senso di marcia di via Arcoleo nonché finalmente anche via Arco Mirelli chiusa da tempo dopo il crollo di parte di un edificio“.

Se da un lato la Clemente pare abbia dato disponibilità a discutere del ripristino del senso di marcia in via Arcoleo, dopo le dovute verifiche; dall’altro non sembra siano state ritenute attuabili le proposte seconde di Confcommercio. Eppure, ritiene ancora Della Corte, “queste misure potrebbero durare solo poche settimane e sarebbe auspicabile attivarle al più presto per migliorare la qualità della vita dei cittadini e dare respiro alle imprese napoletane“.

Intanto, sempre in tema di viabilità, va ricordato che in settimana è stato temporaneamente concesso alle auto di transitare sul lungomare Caracciolo dopo otto anni, a causa della chiusura della Galleria Vittoria per motivi di sicurezza. A controllare l’intenso flusso in strada, un dispiegamento di 500 agenti della polizia municipale.