E’ iniziata non senza proteste, ieri alla Mostra d’Oltremare di Napoli, la prima giornata delle prove preselettive per il corso-concorso della Regione Campania per 2.175 posti di lavoro nella pubblica amministrazione in circa 170 Comuni della regione. Candidati sul piede di guerra per il ritardo di 4 ore della prima prova, inziata alle 12:30, a causa di un disguido tecnico nella stampa delle schede. I candidati iscritti sono in tutto 303.965 di cui i primi diecimila circa si sono presentati davanti ai cancelli della fiera partenopea. “Si è verificato un problema inatteso con le fotocopiatrici che non hanno funzionato – ha spiegato Sergio Talamo, portavoce del Formez, la società che gestisce i test -. La Regione e il Formez si scusano con i candidati per l’attesa”. All’interno dei cinque padiglioni della Mostra, tutti occupati per il concorso, le commissioni hanno controllato che i candidati alla prova non avessero con sè dispositivi elettronici, pena l’esclusione immediata dal concorso.