Non è ancora stato approvato dalla giunta del Comune di Napoli il “permesso di utilizzo temporaneo spazi emergenza Covid“, ma la bozza è già pronta. La misura, volta ad attenuare il disagio economico scaturito dalle restrizioni e a restituire il suolo pubblico ai cittadini nel rispetto delle norme sanitarie, è in linea con quanto dichiarato da De Magistris alla prima riunione in presenza del consiglio comunale e sarà valida fino al prossimo 31 ottobre.

La delibera prevede la possibilità, da parte di bar e ristoranti, di occupare gratuitamente lo spazio pubblico con tavolini, sedie, ombrelloni, gazebo. Gli unici limiti saranno la capacità operativa del locale e la compatibilità con il vicinato e la misura sarà accessibile anche agli operatori non ancora titolari di concessione di suolo pubblico. Sono previste, inoltre, agevolazioni nella richiesta di autorizzazione: sarà sufficiente fare domanda tramite il portale Suap allegando la dichiarazioni del titolare dell’attività sul possesso dei requisiti e sulla planimetria dell’occupazione che si intende effettuare; se nella domanda si allega anche la relazione tecnica asseverata, l’occupazione potrà essere immediatamente effettuata a partire dal 1° giugno 2020.

Inoltre, la delibera propone al consiglio comunale di consentire agli operatori di espandere la propria attività anche sulla carreggiata o sulle aree di sosta in strade con velocità ammessa non superiore a 30 km/h, sui marciapiedi opposti o su un’area entro i 15 metri di distanza dal locale.
Il Comune si riserverà, ad ogni modo, la possibilità di effettuare controlli e limitare o eliminare l’occupazione di suolo pubblico laddove necessità di sicurezza e mobilità lo richiederanno.