Grazie alla delibera firmata quest’oggi da Enrico Panini, Vicesindaco ed Assessore al Bilancio di Palazzo San Giacomo, la giunta comunale ha approvato lo slittamento del saldo/conguaglio della tassa sui rifiuti (Tari) 2020, che passa così dal 29 gennaio (termine ordinario) al 1 marzo 2021.

Inoltre, l’amministrazione, con lo stesso atto, utilizzando spazi lasciati aperti dall’Autorità di Regolazione Energia, Reti e Ambiente, ha disposto una misura di sostegno a favore del tessuto socio-economico della città gravemente danneggiato dalle conseguenze dell’epidemia nei mesi da marzo a maggio 2020. In particolare, è stata determinata un’agevolazione tariffaria del 25% della quota variabile della tariffa Tari 2020 nei confronti delle categorie commerciali, produttive e turistiche che hanno subito effetti negativi a seguito dell’emergenza e non solo a favore di quelle per le quali è stata disposta la sospensione delle attività dai diversi DPCM e dai provvedimenti regionali, per contrastare la diffusione del contagio da Covid-19.

L’agevolazione, del valore di oltre 11 milioni di euro, è stata coperta con il bilancio approvato il 10 dicembre scorso dal Consiglio comunale mediante l’utilizzo di risorse dell’Ente.

Per quanto concerne le procedure telematiche relative al pagamento della tassa sui rifiuti, le dichiarazioni devono essere compilate utilizzando la modulistica predisposta dall’Ente e presentate:

  • attraverso il portale informatico Linkmate, previa registrazione del contribuente ai Servizi on-line del Comune di Napoli, accedendo ai Servizi Tributari
  • via pec all’indirizzo entrate.tari-tares-tarsu@pec.comune.napoli.it;
  • via mail all’indirizzo mail entrate.tari-tares-tarsu@comune.napoli.it;
  • tramite raccomandata A/R (Servizio Gestione TARI Corso Lucci 66/82, 80142 Napoli).  Per le utenze domestiche la presentazione può avvenire anche attraverso gli sportelli URP attivi presso le Municipalità e per le utenze non domestiche presso lo sportello unico delle attività produttive (SUAP)
  • Infine, qualora si dubitasse dell’importo richiesto, e al fine di evitare di presentare ricorsi o istanze di rimborso, il Comune invita a verificare la corretta determinazione del tributo dovuto, attraverso l’uso del calcolatore messo a disposizione dei cittadini al link: https://www.riscotel.it/calcolo/tari/napoli/