Lo conosciamo tutti il detto che parla delle strade, che portano a Roma. Dalla città eterna però si può poi viaggiare verso vari lidi, ad ammirare tutte le bellezze dell’Italia. Quindi sì, tutte le strade portano a Roma, ma da questa come arrivare a Procida? E’ semplice, soprattutto grazie alle varie linee di traghetti che ogni giorno salpano verso questa splendida isola.

Da Roma a Napoli
Procida è un’isola del mar Tirreno, appena fuori al Golfo di Napoli. Numerosi traghetti salpano per l’isola dal porto di Pozzuoli e da quello di Napoli. Si tratta di una breve traversata, che si può effettuare in giornata, per una breve gita sull’isola e per ammirare la vicina Riserva Naturale Statale dell’Isola di Vivara. Procida si trova tra la costa e Ischia, quindi moltissimi turisti non vi si fermano, preferendole l’isola più grande e molto più famosa, anche all’estero. Partendo da Roma si può arrivare facilmente a Napoli e Pozzuoli, in automobile o anche in treno. Arrivati al porto i traghetti per Procida sono vari, la frequenza dipende però dal periodo dell’anno: è massima in piena estate, diminuisce con l’arrivo della stagione fredda.

Cosa vedere a Procida
Stiamo parlando di una piccola isola pittoresca, ben nota soprattutto per la veduta di Marina Grande. Si tratta di un piccolo borgo di pescatori, caratterizzato dalle sue piccole casette colorate, che si affacciano sul mare azzurro. Qui è dove attraccano i traghetti, quindi ciò che si vede come prima cosa quando si arriva a Procida. Le viuzze di Marina Grande sono sempre piene di turisti in estate; il borgo è vissuto per tutto l’arco dell’anno, quindi è possibile arrivarci sempre, anche in pieno inverno, tempo permettendo. Via Roma è la via principale del borgo, ricca di negozi di artigianato, piccole botteghe che offrono souvenir della zona. Verso la collina si eleva la bella Chiesa della Pietà, che merita una visita.

Terra Murata
Un altro minuscolo borgo particolarmente piacevole di Procida è il Palazzo d’Avalos, che si erge sulla collina a picco sul mare, nella zona ovest dell’isola. Le mura che circondano Terra Murata furono costruite nel corso del 1500, quando i cittadini necessitavano di una imponente protezione da chi arrivava dal mare. Il grande Palazzo, che si può notare già arrivando dal mare, è stato per lungo tempo una prigione. Assolutamente da visitare è anche Marina di Corricella, un altro borgo marinaro, con innumerevoli piccole casette colorate che sembrano affastellate sulla costa.

Al mare a Procida
Molti di coloro che arrivano sull’isola durante la bella stagione si fermano qui per apprezzare il mare e le tante spiagge presenti. Per spostarsi a Procida non è possibile portare con sé la propria automobile, per questo il turista che intende visitare tutte le baie e le piccole spiagge approfitta del servizio di autobus, che percorre costantemente l’isola. Volendo sono disponibili anche servizi di taxi, che permettono di raggiungere ogni angolo di Procida, oppure ci si può spostare a piedi o con una barca, dal mare.