La Confederazione Italiana Agricoltori di Salerno in collaborazione con l’INAIL e le Confederazioni generali dei sindacati CGIL, CISL, UIL, UGL danno inizio alla seconda fase di “Coltiviamo Sicurezza”. Il progetto ha lo scopo di informare i lavoratori stranieri, presenti nel territorio provinciale, sulle principali norme di sicurezza sul lavoro, tramite appositi incontri divulgativi e la distribuzione di un opuscolo multilingue (Hindi, Ucraino ed Arabo).
Carmine Pecoraio, Presidente Provinciale della Cia – Confederazione italiana agricoltori sostiene che: “Questo progetto crea una importante sinergia tra datori di lavoro e lavoratori per implementare gli standard di sicurezza nel settore agricolo con rilevanti benefici per imprese, per i lavoratori e per l’intera comunità”.
Le organizzazioni sindacali da sempre sono attente alla sicurezza sui luoghi di lavoro e la Cisl non poteva che sposare e condividere il progetto della Cia. Nel Salernitano ormai sono troppi gli incidenti mortali in agricoltura. A nostro avviso è davvero indispensabile un patto sulla sicurezza del lavoro agricolo che coinvolga il sistema imprese, le istituzioni, i sindacati e i produttori di macchine agricole.
La direttrice dell’Inail Donata Volino afferma: In questa seconda fase del Progetto “Coltiviamo Sicurezza” ci rivolgeremo direttamente ai lavoratori , in particolar modo stranieri, per approfondire insieme i principali rischi del settore e le misure idonee a prevenirli.

A proposito dell'autore

Post correlati