Esclude il malfunzionamento dei convogli Nicola Pascale, amministratore unico di Anm Azienda napoletana mobilità, in merito all’incidente avvenuto questa mattina intorno alle 7 fuori dalla stazione di Piscinola. ‘’Le attività di manutenzione ordinaria e straordinaria, sia sulla rete che sul materiale rotabile, vengono effettuate regolarmente – ha dichiarato Nicola Pascale -. Bisognerà capire le cause tecniche e la dinamica’’. Intanto per correre ai ripari, Anm ha provveduto ad implementare le corse degli autobus, soprattutto nella zona ospedaliera. Al momento, infatti, la tratta è stata sequestrata per effettuare i rilievi del caso e si prevede che solo nelle prossime ore sarà possibile una parziale riapertura limitata alla tratta Colli Aminei – Dante/Garbaldi e viceversa.

Sull’incidente la magistratura ha aperto un’inchiesta, per chiarire i fatti e non si esclude un’indagine interna. Sul posto questa mattina il pm Michele Caroppoli, coordinato dal procuratore aggiunto Simona Di Monte. Feriti nell’impatto il macchinista di uno dei treni e alcuni passeggeri, 9 in tutto, ma poteva avere conseguenze molto più gravi, se solo la velocità dei convogli fosse stata maggiore al momento della collisione. Il macchinista è stato dimesso poco fa dall’ospedale Cardarelli, con una prognosi di 7 giorni. Altri passeggeri sono stati medicati sul luogo dell’incidente per escoriazioni e soccorsi per lo shock, con un posto medico attivato sul posto. I soccorsi sono stati tempestivi sia con ambulanze, che con medici inviati fuori dalle stazioni di Piscinola e Chiaiano. “Non faccio alcuna ipotesi sulle cause – spiega poi l’amministratore di Anmc’è la magistratura che sta facendo le indagini e i tecnici sono al lavoro, attendiamo rispettosamente”.

L’indagine punta a chiarire se il sistema frenante dei convogli funzionava regolarmente, poiché già in passato si sono verificati problemi in frenata. Gli inquirenti intanto acquisendo le immagini delle telecamere per fare ulteriore chiarezza sulla dinamica. Sono state prelevate le scatole nere dei due treni coinvolti.

Il primo pensiero deve andare ai feriti. Per fortuna al momento nessuno sembra essere particolarmente grave. Cosa è accaduto ce lo diranno la magistratura e i tecnici che stanno facendo verifiche sul posto, noi siamo al lavoro per capire quando sarà possibile ripristinare la Linea 1 e quale sarà l’impatto sulla viabilità per i prossimi giorni”. Così ha commentato l’incidente il sindaco di Napoli Luigi de Magistris.