Appuntamento alla Libreria Ubik di Napoli per un incontro imperdibile con le storie dal domani della collana Future Fiction di Mincione Edizioni. Un progetto editoriale innovativo che ha già portato in Italia il meglio della “speculative fiction” mondiale e offre un modo nuovo di immaginare gli scenari del prossimo futuro. Nel corso dell’incontro saranno annunciate le prossime novità editoriali, a cui anche l’Italian Institute for the Future sta collaborando.

Scheda Future Fiction || È un progetto editoriale nato in digitale nel 2013 da un’idea di Francesco Verso per ampliare un’offerta di storie di fantascienza che provengono quasi esclusivamente dal mercato anglofono. Invece la fantascienza viene scritta, letta e pubblicata ovunque nel mondo, ma poiché in Italia arriva ben poco per motivi di costi legati alle traduzioni e alla predominanza della cultura angloamericana, è sembrato necessario dover colmare questa lacuna che in generi diversi dalla fantascienza – incluso il giallo e il mainstream – è meno grave.

Ogni anno Future Fiction pubblica in ebook dodici storie in italiano e sei in inglese che provengono da paesi, culture e lingue differenti. Autori noti e affermati del genere come Ian McDonald, James Patrick Kelly, Ken MacLeod, Ken Liu e Pat Cadigan si alternano ad altri meno noti che tuttavia nei rispettivi paesi sono veri e propri maestri come Cristian M. Teodorescu dalla Romania, Michalis Manolios dalla Grecia, Olivier Paquet dalla Francia, Tom Crosshill dalla Lettonia, Liu Cixin dalla Cina, Fabio Fernandes dal Brasile.

Da questa produzione annuale, l’editore Mariangela Mincione seleziona i migliori racconti da pubblicare in un’antologia cartacea dal titolo “Storie dal domani” e inoltre sviluppa progetti di alto valore culturale come la prima antologia di fantascienza contemporanea cinese in lingua italiana e cinese dal titolo “Nebula” e una serie di libri che uniscono racconti e saggi su temi del futuro prossimo come la gestione delle risorse naturali, i cambiamenti climatici, la robotica applicata all’invecchiamento della popolazione e altri ancora.

Presentazione della collana Future Fiction: Lunedì 20 Febbraio. Ore 18.00 – Libreria Ubik Via B. Croce, 28 Napoli 

Intervengono: Francesco Verso (curatore di Future Fiction), Mariangela Mincione (editore di Mincione Edizioni), Adolf Fattori (sociologo, membro dell’IIF). Presenta: Roberto Paura (presidente dell’IIF).

|| Ultima uscita della collana Future Fiction per Mincione edizioni ||

Il Cervo di Horn Creek di Sarah K. Castle

Incipit | Ricordo quando l’ho visto per la prima volta. Quelli sì che erano bei tempi. Forse i migliori, ma ero giovane, allora. Avevano appena cominciato a chiudere l’accesso al Gran Canyon. Non l’hanno fatto tutto in una volta, ovviamente. Hanno iniziato dai canyon dove c’erano le miniere. Horn Creek era uno di questi. 

Sinossi | Prima che la radioattività costringesse alla chiusura del Grand Canyon, la giovane guardia forestale, Sue, vide uno strano animale ad Horn Creek, un cervo bizzarro dalle corna contorte e – sebbene Sue non ne fosse certa – delle zanne. Adesso, prossima al pensionamento, sta per compiere il suo ultimo giro di controllo, insieme alla nipote Katy, che spera prenderà il suo posto. Ma Katy non è venuta per visitare sua zia: il suo scopo è immortalare il cervo in un video da dare in pasto agli utenti della Rete. Scritto con grande cura e conoscenza dei meccanismi di adattamento delle specie al mutamento delle condizioni ambientali, il racconto di Sarah K. Castle è un monito per il futuro, condotto attraverso due protagoniste che incarnano  il passato e il presente della nostra umanità. Al racconto segue un saggio dell’autrice sui problemi relativi ai cambiamenti ambientali e le conseguenze che ne derivano.

Note biografiche | Sarah K. Castle vive a Flagstaff, in Arizona. Geologo e scienziato ambientale si occupa di foreste nazionali, giacimenti petroliferi, discariche e collabora con l’Institute for Tribal Environmental Professionals. Ha frequentato il Clarion Science Fiction e il workshop Fantasy Writers nel 2006. Dal 2007 scrive di fantascienza.