Lo scorso 5 agosto, è stata presentata  dal consigliere Nonno (Prima Napoli), al consiglio comunale,  la richiesta per il riconoscimento della cittadinanza onoraria al rabbino capo della città di Gerusalemme. Ha fatto seguito  un acceso dibattito sulla questione israelo-palestinese.  Anche Bilal Kayed, militante della causa palestinese, è stato nominato per la cittadinanza onoraria su richiesta di Mario Coppeto (Sinistra Napoli in Comune a Sinistra). Kayed e’ da 42 giorni in sciopero della fame perché detenuto su provvedimento amministrativo in Israele, dopo aver scontato 14 anni di detenzione.

Il consiglio comunale, al termine della sessione, ha approvato a maggioranza il riconoscimento  della cittadinanza onoraria di Napoli a tutti i rappresentanti delle diverse confessioni religiose che convivono nella città di Gerusalemme. Nel corso del dibattito, è intervenuto anche il Sindaco de Magistris il quale ha proposto di dedicare all’importante argomento una seduta monotematica del Consiglio che ribadisca la natura di Napoli come città di pace e di convivenza tra i popoli e le religioni.

Comunicato Stampa del Consiglio Comunale 06/08/2016

Simona Caruso