Città della scienza il 4 marzo 2015 apre le porte a tutti i visitatori per festeggiare uno degli eventi più importanti dell’anno:” La Grande festa della Ricostruzione ”.
L’intento è di ricordare per non dimenticare il 4 marzo di due anni fa, quando un incendio distrusse Città della Scienza.
L’evento ha un ricchissimo programma, partendo dalla mattina fino a sera:
Dalle ore 10:00
Museo Porte Aperte
Laboratori, animazioni e dimostrazioni scientifiche, incontri e visite guidate gratuite alle mostre GNAM MARE e ORIZZONTE MARE.

Teatro Galilei 104 e spazi all’aperto
Music School Festival. Un evento Speciale in collaborazione con il Polo Qualità di Napoli.
Gruppi musicali formati dagli studenti campani danno vita a un Lip Dub per la ricostruzione di Città della Scienza. Tutti i visitatori potranno fare festa al seguito dei musicisti.
dalle 10.30 alle 13.00 ∙ Città della Scienza, Imprese e Innovazione
La sessione di lavoro si divide in due momenti: il primo rivolto agli studenti e ai giovani ricercatori, il secondo alla comunità di startupper, makers e sviluppatori.
ore 10.30 SALA Carolina
Politiche di incubazione e sviluppo del territorio. Incubatori, Fablab e Coworking come nuovi percorsi collaborativi per l’innovazione.
Presentazione introduttiva sul rapporto tra le politiche di incubazione e lo sviluppo del territorio dove i partecipanti visiteranno gli spazi destinati alla creazione e allo sviluppo di imprese innovative.
L’iniziativa è organizzata dal Dipartimento di Ingegneria Industriale, Università degli Studi di Napoli Federico II.
ore 11.30 L’IBM PER LE STARTUP
Presentazione dell’ecosistema regionale a sostegno della creazione e dello sviluppo di imprese innovative
Mariangela Contursi, Città della Scienza
Giorgio Ventre, Università degli Studi di Napoli Federico II
Gennaro Tesone, Digital Magics
Giovanni De Caro, TechHub
Sebastian Caputo, 012 Factory
Le politiche e gli strumenti di IBM per le Startup
Giuseppe Ravasi, Responsabile Italia per lo sviluppo dell’ecosistema IBM
Q&A da parte delle Startup presenti in sala
Ore 13.00: Conclusione dei lavori
Ore 17,30: A tu per tu con la ricerca idee, brevetti, innovazioni, ricercatrici e ricercatori per Città della Scienza
Università, Centri di ricerca, Associazioni, offrono dimostrazioni, esperimenti e presentazioni; un’occasione ulteriore per conoscere le attività di alcune delle eccellenze nel campo della ricerca scientifica e della vita culturale del nostro territorio.
Ore 18,00 · Padiglione Marie Curie
Messa a Fuoco. Antonio Biasiucci, Fabio Donato, Mimmo Jodice e Raffaela Mariniello
Lo sguardo di 4 fotografi per Città della Scienza
“MESSA A FUOCO” è la mostra che Antonio Biasiucci, Fabio Donato, Mimmo Jodice e Raffaela Mariniello dedicano a Città della Scienza a due anni dall’incendio che ne ha devastato il Science Centre. Questi quattro artisti hanno ripersorso metro per metro , in qualsiasi ora del giorno, i luoghi dell’incendio.riuscendo a fermare la tragedia di quei momenti in un attimo.
Alle 18,45 : Teatro Galilei 104
4 marzo 2013 – 4 marzo 2015 · Testimonianze di:
-Vittorio Silvestrini, Presidente Città della Scienza
-Rosalia Vargas, Presidente ECSITE – Rete Europea dei Musei Scientifici
-Adriano Coni, Direttore Segretariato Sociale RAI
-Luigi De Magistris, Sindaco di Napoli
-Guido Trombetti, Vice Presidente della Regione Campania
Ore 19,00
Ripensare le città: dagli spazi vuoti all’economia della conoscenza
Una conversazione con Franco Purini, architetto – Università di Roma “La Sapienza”
in collaborazione con Ordine degli Architetti di Napoli e Provincia, COINOR, Dipartimento di Architettura e Scuola Politecnica delle Scienze di Base dell’Università di Napoli “Federico II”.
Ore 19,30
Attori per Città della Scienza
Rosaria De Cicco
Agostino Chiummariello
Cristina Donadio

Ore 20,00  L’alle ore 20: l’orchestra multietnica Brigada Internazionale & Daniele Sepe, composta da dodici musicisti e diretta da Daniele Sepe, dà vita a uno spettacolo nel quale voci e suoni provenienti da tutto il mondo si fondono per rispondere alla diffusione verticale dell’intolleranza, della fobia per il diverso e affermare così, in perfetta sintonia con i valori per la diffusione dei quali Città della Scienza opera, l’importanza della condivisione e della partecipazione di tutti alla costruzione di una cittadinanza democratica. Un concerto nel quale la “meravigliosa musica della gente più povera della terra” regalerà a tutti allegria ed emozioni indimenticabili.
Come sempre Città della Scienza, offre non solo eventi culturali ma anche occasioni di divertimento e riflessione tramite la scienza!