Fin da bambino coltivo il sogno di diventare un imprenditore agricolo
e di dar vita ad una fattoria didattica per permettere a bambini e
adulti, gratuitamente, di poter vivere un’esperienza a contatto
diretto con l’ambiente naturale e gli animali. Un desiderio che ha
iniziato a manifestarsi all’età di 14 anni, quando mio padre,
all’inizio degli anni 2000, ha comprato un appezzamento di terreno a
Trentinara, nel Cilento. Da quell’istante è nato il mio sogno, ovvero
vivere in natura
.”

Così parla il ventottenne Nicola Arpaia, che ha un sogno: restare al Sud, dove è nato, e valorizzare il suo territorio. Il progetto, condiviso da altri sei giovani, consiste nella realizzazione di un’impresa agricola che possa dare lavoro a chi è in difficoltà, sviluppare il commercio di prossimità, nell’ottica “da produttore a consumatore” e rivitalizzare le aree interne, soggette a spopolamento. Il tutto, coniugando metodi tradizionali ed ecosostenibilità.

La struttura a disposizione è di circa 500 metri quadri e il progetto prevede, oltre a laboratori artigianali, produzioni bio e spazi per gli animali liberi al pascolo, anche spazi e percorsi destinati a chiunque voglia sperimentare uno stile di vita diverso, per riscoprire la coltivazione dell’orto ed aprirsi a forme di economia circolare.

Agricoltura è cultura, è tradizione, è artigianalità: è il lavoro dell’uomo, che riesce a costruire valore attraverso le sue mani solcate dalla fatica.

Per realizzare il suo sogno, Nicola Arpaia ha lanciato una campagna di crowdfunding: una raccolta fondi aperta a tutti, finalizzata a finanziare il progetto. Qui il link per le donazioni.