La Vice Ministra della Pubblica Istruzione greca, Meropi Tzoufi, fa il punto sull’evento

Nel pomeriggio di ieri si è conclusa, presso la ‘Sala dei baroni’ di Castel Nuovo, la ‘Giornata mondiale della lingua greca’, manifestazione annuale che si tiene nella nostra città già da quattro anni. A presenziare all’importante evento, è giunta dalla Grecia la Vice Ministra della Pubblica Istruzione Meropi Tzoufi, la quale ha spiegato a Napoliflash24 il significato della manifestazione che coinvolge non solo l’Italia e la Grecia, ma il mondo intero, e ci ha parlato dell’impegno che c’è dietro la sua organizzazione al fine di migliorarla a ogni nuova edizione. Al nostro giornale la Vice Ministra ha spiegato il suo punto di vista sull’evento:

“Penso che questo evento sia uno sforzo molto significativo, promosso dalla Comunità Ellenica ed è stato successivamente pienamente condiviso e sostenuto sia dal Ministero della Pubblica Istruzione che dal Ministero degli Affari Esteri, e così oggi siamo qui a festeggiare la quarta edizione di questa manifestazione che si occupa della lingua greca come fonte di cultura non solo per la Grecia e i greci, ma per l’intera popolazione mondiale. Ritengo che sia un grandissimo sforzo in relazione ai legami diacronici che hanno l’Italia e la Grecia, direi, però, che siamo di fronte all’inizio di una nuova collaborazione che credo potrà proseguire e raggiungere nuovi traguardi. Il Ministero della Pubblica Istruzione sta facendo un forte sforzo per sostenere la diffusione dell’insegnamento della lingua greca all’estero, e certamente anche qui in Italia abbiamo avuto la possibilità di incontrarci con i genitori, gli insegnanti e i ragazzi, per valutare le loro necessità. Il nostro scopo è rinnovare questo appuntamento creando condizioni sempre migliori, cercando di migliorare ogni giorno questo sforzo che avviene all’estero e che in periodi di crisi presenta dei problemi, ma credo che apra anche prospettive per poter guardare oltre.”

Ringraziamo la Vice Ministra e facciamo, a lei e agli organizzatori dell’evento, i nostri migliori auguri affinché possano proseguire al meglio il loro lavoro.