Il Napoli espugna il Bentegodi,coglie la terza vittoria consecutiva e non si lascia scappare la ghiotta occasione di portarsi a 4 punti dalla Roma seconda. Intanto con Lazio e Sampdoria sconfitte, gli azzurri mantengono la terza posizione ben salda(+5). Eroe di giornata Manolo Gabbiadini alla sua prima da titolare col Napoli in campionato.

RAFAEL 5,5: sul gol del pareggio è sfortunato ma poteva far meglio,il resto è ordinaria amministrazione.

MAGGIO 7: una  gara eccezionale del pendolino azzurro,sembra essere tornato indietro di 7-8 anni. Le due fasi eseguite con velocità, continuità e solidità. All’attivo anche qualche buon cross(!).

ALBIOL 5: qualche sbavatura di troppo, alcuni sanguinosi errori che potevano costar caro. Per il resto si arrangia senza badare alla forma.

BRITOS 5,5: una prova macchiata dalla sfortunata autorete che porta il Chievo a trovare il pareggio.  Eccessiva sofferenza ma riesce alla fine a cavarsela.

STRINIC 7: sontuoso l’esterno sinistro croato,sembra che giochi in questa squadra da diversi anni. Bravissimo in fase difensiva e puntuale ad offendere, come testimonia l’assist a Gabbiadini per il gol-vittoria. Tanto di cappello.

JORGINHO 5,5:un lavoro oscuro, si limita tanto. Ci aspettiamo da lui qualche spunto in più e qualche giocata illuminante in cabina di regia, cose che però sono mancate. Al suo posto GARGANO 6,5 che entra per irrobustire il centrocampo ed interdire maggiormente . Missione compiuta alla perfezione ed addirittura preziosissimo nelle ripartenze.

DAVID LOPEZ 6,5: partita come al solito di straordinaria solidità per lo spagnolo che va a contendere il pallone a tutti gli avversari. Davvero bravo.

GABBIADINI 7,5: sembra entrare un po’ timido in partita ma alla fine dei conti ti rendi conto che in un’ora di gioco propizia il vantaggio iniziale, regala una giocata fenomenale su cui Bizzarri è bravissimo a rispondere e realizza il gol-vittoria con un autentico colpo da biliardo. Serve altro?  Al suo posto CALLEJON 6,5 che impatta in modo meraviglioso con la gara regalando giocate di gran classe e di intelligenza calcistica superiore.

DE GUZMAN 6: siamo alle solite, è preziosissimo nella sua posizione tra le linee volta a sorprendere la difesa avversaria. E’ eccezionale negli inserimenti ma manca l’ultimo e decisivo passaggio e soprattutto ancora una volta si divora un gol colossale che avrebbe chiuso la gara anzitempo.

MERTENS 6: cerca continuamente il fraseggio stretto con i compagni e cerca di essere decisivo con le sue giocate a sinistra rientrando sul destro. Non è letale come spesso gli accade ma da il suo contributo. Al suo posto HAMSIK 6,5 che gioca un quarto d’ora ma riesce alla perfezione in quello che Benitez aveva in mente e cioè una più corretta e fluida gestione della palla. Regala qualche bella sgroppata in contropiede con assist che meritavano miglior sorte.

HIGUAIN 6,5: nonostante l’assenza insolita dal tabellino dei marcatori riesce comunque ad essere di grande importanza sul match con lo splendido assist che propizia il gol di Gabbiadini e con un peso specifico nell’attacco azzurro indescrivibile. E’ il terrore delle difese avversarie.

BENITEZ 6,5: regala come al solito alcune sorprese per quanto riguarda la formazione iniziale; stavolta fuori Hamsik, Callejon e Gargano ma squadra che non ne risente e gioca una partita gagliarda. I tre sopra citati poi entrano durante la gara e aggiungono freschezza e pericolosità alla squadra. Terza vittoria consecutiva(prima volta in questo campionato) ed una sensazione che il secondo posto è davvero una impresa non impossibile. Se continua così mister, ne vedremo delle belle…

A proposito dell'autore

Marco Silva

Post correlati