È stata una vera e propria lezione di calcio quella a cui hanno dovuto assistere Mancini e i suoi per circa 70 minuti, con gli azzurri in vantaggio “soltanto” di due gol, nonostante le decine di occasioni create, poi i soliti errori e la beffa nel finale. Fatale il calo di concentrazione nella ripresa che ha permesso immeritatamente e con tanta fortuna all’Inter, di recuperare un match ormai compromesso.
Con l’uscita di Mertens prima, di Hamsik poi, la squadra azzurra ha perso mordente e qualità, subendo gli attacchi interisti e dimostrando la solita incapacità di giocare quando c’è da difendere un risultato in bilico come il 2 a 1.
Al San Paolo, stesso risultato dell’andata ed ennesima occasione sprecata per avvicinare la Roma, affetta da pareggite cronica. Gli undici di Mancini nonostante le dichiarazioni folli di Icardi, autore del gol del pari, grazie ad un rigore dubbio, possono essere più che soddisfatti per questa impresa.
Benitez si troverà invece, in vista degli impegni europei, ad affrontare l’ennesima settimana difficile, cercando spiegazioni ad errori che confermano i limiti del centrocampo e della difesa. Nonostante il risultato deludente, c’è da elogiare la prova di giocatori come Inler, che a tratti è sembrato il centrocampista dei bei tempi di Udine e Hamsik che è riuscito nuovamente a fare la differenza(un gol ed un assist per lui). Straordinaria anche la prova di Mertens instancabile spina nel fianco degli avversari, lo stesso non si può dire del Pipita, che nonostante l’eurogol, nel primo tempo di ieri sera è riuscito a fallire diverse occasioni da gol clamorose.
Ora il rischio più grosso per la squadra azzurra è quello di essere raggiunti dalla Lazio, in caso di vittoria nel posticipo di stasera contro la Fiorentina. Assodato quindi che il secondo posto non lo si “vuole” raggiungere, bisognerà al più presto, abbandonare la fiera dell’incostanza e provare a ridare continuità ai risultati(nelle ultime tre gare due pareggi e una sconfitta). In vista dei difficili impegni contro la Dinamo Mosca al San Paolo e contro il Verona al Bentegodi, mister Benitez dovrà nuovamente dosare le forze, potendo contare però, su un nuovo elemento di qualità, tornato a disposizione, Camilo Zuniga.
NAPOLI-INTER 2-2
NAPOLI

Andujar, Henrique, Albiol, Koulibaly, Strinic, Inler, David Lopez, Callejon, Hamsik, Mertens, Higuain. All.Benitez
INTER
Handanovic, Santon, Ranocchia, Juan Jesus, D’Ambrosio, Brozovic, Medel, Guarin, Shaqiri, Palacio, Icardi. All.Mancini
GOL: Hamsik 51′, Higuain 63′(N), Palacio 72′, Icardi 87′(I)

A proposito dell'autore

Giornalista pubblicista dal 2014, grande amante di calcio, sport in generale, musica e storia contemporanea, collabora con Napoliflash24 dalla sua fondazione(2013). Curatore dal 2013 delle Rubriche "Largo ai giovani" e "Mondo Ultras" su ilnapolionline.com. In passato ha collaborato con il magazine "Thetripmag.com", il blog "letteraturateatrale.it", il portale "Forumitalia" e inoltre ha ricoperto nel corso del biennio 2013/2014, il ruolo di addetto stampa dell'ASD Partenope Soccer.

Post correlati